Vai al contenuto

A Follo (SP), alla scoperta dell’antica Mescciüa

mescciuaNei secoli passati capitava spesso che gli scaricatori occasionali del porto della Spezia venissero pagati “in natura” con ciò che al tramonto avanzava dalle operazioni di sbarco e imbarco delle navi: accadeva sovente, infatti, che si aprissero o si rompessero i sacchi di granaglie o di legumi.

A fine giornata i lavoranti si portavano a casa un po' di tutto quello che si era recuperato e ne ricavano una zuppa: la Mescciüa, che in dialetto spezzino significa appunto “mescolanza”! Una tipica pietanza della cosiddetta “cucina povera” che nel tempo è diventato un fiore all’occhiello della tradizione spezzina… Domenica 26 marzo i nostri Confratelli saranno ospiti del primo Capitolo della Confraternita della Mescciüa, in programma a Follo (SP): un altro viaggio nel mondo meraviglioso dei mille sapori d’Italia! (foto: liguriaedintorni.it)

Lascia un commento